Lo annuncia in una nota il Presidente dell’Upi Basilicata Nicola Valluzzi

Polizia locale, sbloccate le assunzioni

Anche in Basilicata si potranno riprendere le procedure per l'assunzione di nuove unità

Attualità
Melfi martedì 01 marzo 2016
di La redazione
Polizia Municipale © n.c.

Basilicata, Emilia Romagna, Lazio, Marche, Piemonte e Veneto sono le prime regioni che potranno riprendere le ordinarie procedure per il reclutamento di personale di polizia locale.

Lo ha comunicato il presidente dell’Upi Basilicata Nicola Valluzzi.

“Con uno sforzo condiviso da tre comuni e con la Regione Basilicata - che si è obbligata a garantire la spesa del 50% del personale residuo attestato ai servizi di Polizia provinciale dei due Enti di area vasta, competenti fra l’altro in materia di Polizia amministrativa locale nelle funzioni di vigilanza ittico, faunistico/venatoria - abbiamo realizzato, insieme ad altre cinque Regioni italiane, un obiettivo che consente di garantire senza traumi il mantenimento sul territorio dei ridotti organici della Polizia provinciale e apre ai Comuni l’opportunità di scorrere graduatorie valide o bandire nuovi concorsi per vigili urbani”.

“Restano invariate – conclude il presidente dell’Upi – le difficoltà attuative e le contraddizioni istituzionali e finanziarie di una riforma delle province che, senza un mutato atteggiamento da parte del Governo, determinerà il grave ed inarrestabile peggioramento delle condizioni di sicurezza di strade e scuole, non assicurando, tra l’altro, alcuna riduzione di spesa per cittadini ed imprese che continueranno a pagare le stesse tasse, prelevate direttamente dallo Stato ed impiegate per altro”.

Lascia il tuo commento
Le più commentate
Le più lette