Al via domani

Mediashow, tutto quello che c'è da sapere sulla XIX edizione

Quasi 200 gli studenti in gara

Attualità
Melfi mercoledì 29 marzo 2017
di La Redazione
Mediashow
Mediashow © web

Anche quest’anno, da domani a sabato 1 aprile, il Liceo Scientifico Federico II di Svevia di Melfi, in accordo con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR), organizza e ospita il Mediashow  -  Olimpiadi internazionali di multimedialità, manifestazione giunta ormai alla sua diciannovesima edizione, momento di riflessione sugli sviluppi e le trasformazioni del mondo scolastico contemporaneo determinati dalle nuove tecnologie multimediali e di comunicazione.

La manifestazione consiste in tre momenti principali:

  • la gara che coinvolgerà quasi 200 studenti di differenti nazionalità che si confronteranno sulla produzione di un prodotto multimediale;
  • un corso di aggiornamento per docenti su temi inerenti la multimedialità, le nuove tecnologie ed i nuovi ambienti di apprendimento;
  • un workshop di presentazione delle opere multimediali prodotte dalle scuole partecipanti realizzate da classi nell’ambito delle attività scolastiche.

Il Mediashow, nato da un'idea del Prof. Riccardo Rigante (Dirigente Scolastico Emerito del Liceo Scientifico Federico II di Svevia),  è portato avanti dal Dirigente Scolastico attuale, Prof. Michele Corbo.

La manifestazione si avvale di un Comitato Scientifico composto, dal Prof. Nicola Cavallo (Università degli Studi della Basilicata) in qualità di Presidente del Mediashow, dalla Prof.ssa Dianora Bardi (Presidente del Centro Studi ImparaDigitale"), dalla Dott.ssa Claudia Datena (Direttore Scolastico Regionale della Basilicata), dal Dott. Mimmo Sammartino (Presidente dell'Ordine dei Giornalisti della Basilicata), dal Dott. Livio Valvano (Sindaco della città di Melfi) oltre che dai Proff. Riccardo Rigante e Michele Corbo.

Il corso di aggiornamento (previsto per domani 30 marzo), sotto il coordinamento del Prof. Nicola Cavallo, avrà quest’anno come tema il Piano Nazionale Scuola Digitale, con titolo: “PNSD oggi: attualità, criticità, efficacia”.

Nella prima parte, durante la mattinata, in scaletta alcuni interventi iniziali nei quali la Dott.ssa Simona Montesarchio (Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca) mostrerà le linee generali del PNSD nonché le azioni in corso, l'Ing. Pasquale Costante (Uff. Scolastico Regione Basilicata) ne declinerà le principali attuazioni a livello territoriali mentre il Prof. Pierfranco Ravotto (A.I.C.A - Associazione Italiana per l’Informatica ed il Calcolo Automatico) evidenzierà il contributo che AICA offre alla sua realizzazione.

Successivamente verranno affrontate alcune azioni su tempi specifici.

Il Dott. Domenico Nolè (Polizia di Stato) parlerà della pericolosità della rete. Son ben noti i problemi relativi al cyberbullismo, alla violazione della privacy, ai pericoli della pedo-pornografia nonché della diffusione di notizie false. L'attenzione sarà indirizzata proprio su quest'ultimo argomento, quello della diffusione dilagante di notizie/informazioni non vere (fakes e bufale), che ormai stanno minando non solo l'individuo e piccoli gruppi ma anche ambienti molto più vasti con evidenti fini di destabilizzazione se non addirittura di orientamento sociale e politico.

La Dott.ssa Luciana De Fino (Airdrone), successivamente, parlerà dell'attuazione dell'alternanza scuola-lavoro nel mondo imprenditoriale, descrivendo ciò che può essere fatto in una impresa hi-tech come Airdrone. Si comprenderà l'efficacia del progetto didattico, i legami con il lavoro vero, gli sviluppi e le eventuali criticità.

Infine, con il Dott. Luigi Catalani (Biblioteca Biblioteca Provinciale di Potenza - Wikimedia Italia), si analizzeranno le applicazioni nel mondo dell'enciclopedia universale, Wikipedia, dal punto di vista didattico: come costruire un curricolo, come ricercare le fonti, come organizzare un prodotto culturale e come rappresentarlo e diffonderlo sul database in rete più conosciuto al mondo.

Il corso di aggiornamento avrà anche una sessione pomeridiana dedicata alla discussione di azioni didattiche su specifici argomenti. Saranno organizzati, con i docenti interessati, sei gruppi di gtudio ognuno dei quali sarà coordinato da un convener esperto della tematica. Lo scopo è quello di discutere il tema, scambiare esperienze e provare a proporre azioni didattiche più incisive sia per efficacia che per efficienza.

Si parlerà di metodologie a confronto, dell'impiego delle tecnologie di stampa 3D nella didattica, dei problemi di responsabilità collettiva nella diffusione di informazione attraverso web e social network, di coding nella robotica e nella costruzione e programmazione di droni, di impiego delle comunicazioni tipiche dei giovani nell'apprendimento di testi classici e, infine, di tecnologie educative particolari nella Matematica.

Di seguito, in dettaglio, gli argomenti che saranno affrontati:

1° Tema: Metodologie didattiche a confronto

Coordina: Prof.ssa Dianora Bardi

Presidente Centro Studi Impara Digitale

 

2° Tema: Laboratorio DidaPrint

Coordina: Prof.ssa Carmela Nolè

ISIS Giovanni Paolo II, Maratea

 

3° Tema: Cittadinanza digitale e responsabilità collettiva

Coordina: Dott.ssa Ida Leone

Civic Hacker, esperta in processi di democrazia partecipata

 

4° Tema: Robotica e Droni

Coordinano: Prof.ssa Gloria Coppola ed Ing. Pierluigi Di Franco

Liceo Scientifico Federico II di Svevia, Melfi

 

5° Tema: Scoprire la Divina Commedia con Telegram

Coordina: Dott. Fedele Congedo

Consulente per lo sviluppo locale e per l’innovazione del territorio

 

6° Tema: Con le mani: vedere e toccare la matematica con materiali di uso comune

Coordina: Prof.sse Luciana Ferri ed Angela Matteo

Istituto Comprensivo “A. Busciolano” di Potenza ed autrici Rizzoli Education

 

Una giornata sarà poi dedicata alla valorizzazione e la promozione dei beni territoriali e culturali che, quest'anno, tratterà il Castello di Melfi ed il Viadotto Musmeci a Potenza.

Lo scopo è diffondere l'impiego di tecnologie digitali, assieme alle normali discipline umanistiche, storiche, matematiche, fisiche nell'affrontare lo studio di un monumento caratteristico della propria città ed arrivare a realizzare un prodotto che possa essere impiegato non solo per valorizzarne la fattura e l'importanza ma anche per promuoverlo in generale ed a fini turistici.

La giornata del 31 marzo, pertanto, sarà articolata in due momenti.

Al mattino la Prof. Gloria Coppola (Liceo Scientifico Federico II di Svevia) mostrerà esempi di utilizzo dei droni nello studio del Castello di Melfi e della sua importanza storica, voluta da Federico II di Svevia, come sede della promulgazione delle famose Liber Augustalis (Costituzioni di Melfi).

Il Dott. Luigi Catalani descriverà, poi, gli strumenti, ma anche le regole, per costruire oggetti storico-culturali che possano essere inclusi nelle piattaforme condivise di WikiMedia.

La regista Vania Cauzillo, la giornalista Sara Lorusso e l'Ing. Michele Soscia (tutti appartenenti a "effenove",  una società di produzione cinematografica e di visual effect 3D lucana) mostreranno il lavoro e l'impegno sottostante la realizzazione del documentario "La ricerca della forma: il genio di Sergio Musmeci" sulla realizzazione, negli anni settanta, del celebre viadotto che fornisce accesso alla città di Potenza. Si cercherà di comprendere, assistendo alla proiezione del documentario stesso, come partendo da considerazioni strutturali ed estetiche, Sergio Musmeci sia giunto alla progettazione del viadotto ed alla sua definitiva realizzazione.

La Dott.ssa Ida Leone mostrerà, infine, quali azioni la città di Potenza potrebbe intraprendere per dare valore ad un'opera d'arte, come il viadotto stesso, come patrimonio storico e culturale dell'umanità.

Nel pomeriggio tutti Potenza per visitare il Viadotto Musmeci.

Sabato pomeriggio, alle 17, nell'aula consiliare "Nitti- Bovet" premiazione dei vincitori e in chiusura esibizione del Gruppo Falconieri "Laviano".

 

 

 

 

 

 

  

    

 

 

 

 

 

                                                                                            

 

Lascia il tuo commento
commenti