Domani a Lagopesole in collaborazione con i medici dell'Irccs Crob

Senologia in tour, l'importanza della prevenzione

Incontro di sensibilizzazione

Attualità
Melfi mercoledì 19 aprile 2017
di La Redazione
Screening al seno
Screening al seno © web

Nell’ambito delle attività nel settore sociale a favore della popolazione, la Pro Loco di Lagopesole ha inteso fornire il proprio supporto ai medici dell’Irccs Crob di Rionero in Vulture per promuovere l’incontro “Tumore alla Mammella_Cosa bisogna conoscere oggi” che si svolgerà domani alle ore 17.30 nella Sala Pasolini di Lagopesole.

La serata rientra nel progetto “Senologia in Tour” voluto e sostenuto da tutta l’equipe della senologia del nosocomio del Vulture per promuovere il concetto di prevenzione tumorale e incontrare direttamente le donnesul territorio. Lo scopo dell’incontro è quello di diffondere e migliorare la conoscenza nell’ambito della prevenzione primaria e secondaria del tumore della mammella.

I medici dell’equipe dell’Irccs Crob di Rionero, consapevoli che il tumore al seno è la forma di tumore più frequente nella popolazione femminile e che negli ultimi anni la malattia insorge in età sempre più precoce, hanno deciso di portare la loro esperienza sul territorio per sottolineare l’importanza della diagnosi precoce che può portare ad alte possibilità di guarigione.

Ai saluti istituzionali del Presidente della Pro Loco Lagopesole, Marcello Romano, dell’Assessore alla Sanità del Comune di Avigliano, Mariangela Romaniello, della Presidente della Commissione Pari Opportunità di Avigliano, Francesca Mollica, e del Direttore Programmazione e Controllo dell’Irccs Crob, Antonio Colasurdo, seguiranno gli interventi degli specialisti Giusy Dinardo, Andrea Morlino, Raffaele Ardito e Aldo Cammarota. A moderare la serata sarà Paola Rabasco, specializzando in radiologia.

Durante il dibattito verrà presentato, inoltre, il progetto “Enigma” che ha lo scopo di “prevedere” e di “prevenire” tramite un complesso sistema statistico la probabilità di sviluppare un tumore con la conseguente diminuzione della diffusione del cancro, della spesa pubblica, del danno alla produttività e dei costi indotti agli assistiti.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette