Figura di grande rilievo del sistema accademico italiano

Scomparsa del Prof. Galasso, cordoglio della Fondazione Nitti

Nota a firma del presidente Rolando

Attualità
Melfi martedì 13 febbraio 2018
di La Redazione
Prof. Galasso
Prof. Galasso © web

"Apprendo la notizia della scomparsa del prof. Giuseppe Galasso, nato a Napoli nel 1929, avvenuta senza preavviso di malattia o di altre insorgenze, dunque presumibilmente nel sonno e nel pieno possesso delle sue facoltà esercitate sempre con autorevolezza culturale e civile e - chi lo ha conosciuto e frequentato lo sa - con costante fine umorismo".

Lo dichiara Stefano Rolando, presidente della Fondazione Francesco Saverio Nitti.

"Esponente repubblicano, più volte parlamentare, sottosegretario ai Beni Culturali e al Mezzogiorno con i governi Craxi e De Mita, ha legato il suo nome ad una delle principali normative di salvaguardia ambientale del Paese. Insigne docente universitario e storico dell'età medioevale e moderna, figura di grande rilievo del sistema accademico italiano e di una grande quantità di istituzioni culturali, erede e continuatore del meridionalismo migliore e propositivo. Firma importante del Corriere della Sera e di tanta pubblicistica scientifica e divulgativa.

Presidente dalla sua costituzione (2009) del Comitato Scientifico della Fondazione "Francesco Saverio Nitti", che oggi perde un sostenitore prezioso e tenace di un progetto al tempo stesso culturale e sociale di difesa del patrimonio morale e simbolico di quel "migliore meridionalismo".


"Insieme al Consiglio di Amministrazione e ai membri del Comitato Scientifico - conclude Rolando - sento il dovere di ringraziarlo per l'accompagnamento paterno, intelligente, propositivo con cui ha reso più forte e più qualificato quel progetto e di abbracciare il suo illustre migliore allievo, il prof. Luigi Mascilli Migliorini, che lo ha fin qui affiancato in questa dedizione".

Lascia il tuo commento
commenti