Resta la gratitudine per lo storico gruppo dirigenziale

AS Melfi, fine di una favola!

La società non ha formalizzato l'iscrizione in serie D

Calcio
Melfi giovedì 13 luglio 2017
di La Redazione
Tifosi sugli spalti
Tifosi sugli spalti © n. c.

Si spengono i riflettori sull’AS Melfi. Proprio così. Ieri, con la scadenza dei termini per formalizzare l’iscrizione in serie D, si spengono anche le speranze dei più ottimisti che fino all’ultimo avevano sperato in un epilogo diverso. E invece, niente. I gialloverdi sono tra le squadre che, aventi diritto, non hanno avanzato alcuna richiesta nemmeno per prendere altro tempo.

E’ bastato che lo storico gruppo dirigenziale, capitanato dal presidente Maglione, uscisse di scena - dopo anni di sacrifici e affranto per un amore mai sbocciato tra il Melfi e la comunità locale imprenditoriale – per cancellare una storia iniziata nel lontano agosto del 1929. Il tutto è accaduto tra l’indifferenza generale, in un silenzio assordante nel quale gli unici che hanno provato a far sentire la loro voce sono stati i tifosi, alcuni di loro avevano persino già sottoscritto l’abbonamento.

Si potrebbe ripartire dall’Eccellenza, ma chissà.

Resta intatta la gratitudine per chi ha saputo fare calcio a Melfi a grandi livelli, per chi spinto dalla propria passione ha sacrificato famiglia e tempo libero e la paura, altrettanto concreta, che sarà difficile interpretare ancora il ruolo della “Cenerentola” che se la gioca con le big del calcio professionistico.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette