Dall’800 ai giorni nostri

La morfologia della città, le sue peculiarità, l’economia, la flora e la fauna.

La città
a cura di Mariada Cerullo
profiloSez

La borghesia trionfante, in seguito alle rivoluzioni del 1848, afferma la proprietà privata, come momento costitutivo dell’ordine giuridico e sociale.

Nel 1851 Melfi è scossa da un terremoto disastroso.

Paradossalmente il crollo degli ordinamenti statali e la formazione dello Stato Italiano nel 1861 costituiscono una ulteriore emarginazione delle plebi meridionali.

Il malcontento della popolazione, causato dalla nuova organizzazione statale piemontese, dà origine al fenomeno del brigantaggio, represso poi nel 1865 dal rego Sabaudo.

Nei decenni successivi molti melfitani  emigrano verso le Americhe.

Il paese  subisce un altro disastroso terremoto nel 1930.

Nel 1954, epoca degli espropri per la realizzazione della “Riforma agraria”  il Castello di Melfi e gli altri territori  cessano  di essere dei Doria e tornano  allo Stato Italiano che, dopo i due conflitti mondiali e la proclamazione della Repubblica, è finalmente unito.

La storia di Melfi segue poi le vicende dell’Italia.

Negli anni “90” sorgono molti insediamenti industriali ed, in particolare, lo stabilimento SATA della FIAT con il suo indotto.

La città

La morfologia della città, le sue peculiarità, l’economia, la flora e la fauna.

Vai alla sezione

Volantini

Le migliori offerte in città e dintorni.

Vai alla sezione

Meteo

Consulta le previsioni meteo della tua città fino a 5 giorni grazie ai dati aggiornati del nostro bollettino metereologico.

Vai alla sezione

Strumenti di segnalazione

Hai una segnalazione da fare o una buona storia da condividere con la nostra redazione e con i nostri lettori? Segnalaci subito la tua notizia.

Vai alla sezione

Autocertificazione Online

Online moduli di Autocertificazione da compilare e stampare velocemente.

Vai alla sezione

Farmacie di turno a Melfi

Visualizza i turni delle farmacie di turno.

Le farmacie di turno