Concerto della Sonora Sax

Musica e beneficienza...ricordando Ale

Ospite della serata la scrittrice Catena Fiorello

Attualità
Melfi lunedì 27 agosto 2018
di La Redazione
Alessandra Bisceglia
Alessandra Bisceglia © n. c.

Concerto di beneficienza sabato 1^ settembre, alle ore 20:30, al Teatro San Mauro di Lavello.

Ad esibirsi la Sonora Junior Sax. L’orchestra di oltre 80 elementi, composta da sassofonisti, due percussionisti, dotata di un amalgama timbrico originale, vanta partecipazioni a manifestazioni nazionali ed internazionali. I ragazzi di età compresa dai 9 ai 23 anni, tutti allievi ed ex allievi di scuole ad indirizzo musicale saranno accompagnati da un gruppo di giovani tutor, già concertisti esperti, che li guideranno in un repertorio che spazia dai brani più classici a musiche popular trattato con ironia e virtuosismo.

L’evento è organizzato dalla Fondazione Alessandra Bisceglia che del 2009 si occupa dello studio e la cura delle anomalie vascolari, per ricordare Alessandra, giornalista ed autrice televisiva, esempio di donna, caratterizzata da forza, coraggio e gioia di vivere, il cui il sorriso da ormai dieci anni illumina la speranza di quanti convivono con la sua stessa patologia rara. Affetta fin dalla nascita da una Malformazione Vascolare rarissima che in fase adolescenziale le ha tolto l’autonomia, Ale ha sempre guardato alla vita con gioia ed entusiasmo. Ha sfidato il modo tradizionale di vivere la disabilità, combattendo i pregiudizi e superando tutti gli ostacoli, sino a raggiungere mete che le sembravano negate.

La serata rientra nel programma dell’estate lavellese e sarà anche un’occasione per fare beneficenza. I fondi raccolti con la distribuzione dei biglietti - con un contributo di 10,00 € e prenotabili allo 0972.81515 oppure all’indirizzo mail info@fonazionevivaale.org - saranno destinati a finanziare la ricerca scientifica per le anomalie vascolari, e a continuare a garantire la gratuità dei servizi di consulenza medico specialistica, supporto psicologico e assistenza sociale, nelle “Stanze di Ale”, centri di diagnosi e indirizzo terapeutico, in favore di quanti si rivolgono alla Fondazione.


Lascia il tuo commento
commenti