Alla cerimonia erano presenti numerose autorità civili, politiche e religiose

Melfi commemora il brigadiere Cezza

A 23 anni dalla sua scomparsa ancora vivo il suo ricordo

Attualità
Melfi domenica 21 luglio 2013
di La redazione
Commemorazione del brigadiere Antonio Cezza
Commemorazione del brigadiere Antonio Cezza © Arma dei Carabinieri

A 23 anni dalla morte del brigadiere dei Carabinieri Antonio Cezza, il suo ricordo tra i colleghi e la popolazione di Melfi è ancora molto vivo.

Il trascorrere del tempo, infatti, non ha scalfito la memoria di quel giovane proveniente dalla vicina Puglia, con capacità professionali e umane non comuni, sempre disponibile e pronto a difendere i più deboli.

Un caso fortuito lo volle tra i militari che intervennero prontamente a seguito di una chiamata per sedare una rissa. Nella conseguente sparatoria un proiettile lo colpì e lo condannò dapprima a tre giorni di coma e poi ad una morte inspiegabile. Non era neanche in servizio, come ricordano i suoi colleghi ed amici ma, questo non gli impedì di assolvere il suo dovere di servitore dello stato.

Nell’anno in cui ricorre il ventennale della costituzione della locale sezione dei Carabinieri, intitolata proprio a Cezza, il presidente dell’Associazione Nazionale dei Carabinieri in congedo, maresciallo Rocco Caputo, lo ha voluto ricordare con una solenne cerimonia alla quale hanno partecipato numerose autorità civili, militari e religiose.

Oltre al Sindaco Valvano, erano presenti il comandante della legione Carabinieri Basilicata, Generale di brigata, Vincenzo Procacci e i comandanti delle stazioni Carabinieri della provincia di Potenza intitolate al brigadiere scomparso.

Dopo aver ricordato i tragici eventi che determinarono la morte del giovane militare, è stata deposta una corona di d’alloro ai piedi della stele commemorativa nella piazza A. Sibilla e poi è stata celebrata una Santa Messa officiata dal cappellano militare Don Giovanni Caggianese e Don Vito Giannini, da sempre vicino all’Associazione Nazionale dei Carabinieri.

La cerimonia, caratterizzata dalla partecipazione di numerosi colleghi del defunto e tanti comuni cittadini, si è conclusa con i saluti dei familiari e i composti ringraziamenti alle autorità per la vicinanza mostrata.

Lascia il tuo commento
commenti